Articoli

Approfondimenti

Home   Argomenti principali   Gli interventi  

LO ZOO CHE VERRÀ


Da una mail di “Beatrice” a R. Dragonetti:

Ma tu sai perché le donne non hanno dato lustro all’arte, alla scienza,alla letteratura,etc.? Perché sono state tenute, per secoli,sottomesse all'uomo. Non avevano identità, erano considerate inferiorie trascinate per icapelli...

Ora ti meravigli che rendano la pariglia a chi hasempre considerato lafemmina una “minus habens”, capace solo dipropagare la specie e diconsentire con il suo silenzioso lavoroservile, la vittoria deimaschio prepotente e arrogante. Io credo che sesi ripristinasse ilvecchio, e purtroppo limitato, matriarcatoestendendolo a vaste zonedel pianeta, le cose andrebbero meglio pertutti.

L’uomo, d’altronde, è in declino costante ed ormaiineluttabile, ed ègiusto che venga guidato sulla retta via dalla donna,la quale hadimostrato di aver superato le difficoltà connesse allalotta per lasopravvivenza, più e meglio del cosiddetto sesso forte.
Cerca di ragionare obiettivamente.

Guarda che siete rimasti in pochi irriducibili. Poveri maschietti ancora illusi di essere superiori!
Lamaggioranza maschile ha imparato la lezione della storia. Voipateticiometti in rivolta, di questo passo, potreste finirete neglizoo a darespettacolo, o essere confinati in piccole tribù come i pigmei.




Osserva S. Destro:

La storia ci viene raccontata da chi non l’ha vissuta in un'ottica che è quella del nostro tempo e spesso viene rielaborata fino ad esserne distorta. La condizione di un tempo delle donne ora viene considerata sottomissione ma non è detto che fosse considerata tale dalle donne stesse del tempo.

Il tema della “colpa maschile” è stato adoperato a dismisura dalle femministe e viene adoperato strumentalmente dalle femmine attuali per schiacciare il genere maschile dentro vergognosi confini di umiliazione.

E’ perlomeno animalescamente ignobile ed ingeneroso da parte delle donne dimenticare la funzione di protezione, di sviluppo e di progresso della società occidentale compiuta dagli uomini. Se poco hanno partecipato le donne a questo sviluppo la ragione è che si sono dedicate a fare quello che per loro è più naturale e che per tutti (uomini e donne) risulta essere insostituibile e prezioso: dedizione alla famiglia, conservazione dei valori, cure domestiche.

D’altronde ci sono state notevoli e fulgide eccezioni di donne che hanno primeggiato in ogni campo, ma questo testimonia solo che chi vale emerge nonostante qualsiasi ostacolo gli si venga posto, e quindi sequeste donne sono esistite significa che non sono state oscurate dagli uomini, piuttosto avranno dovuto battere la competizione di altri uomini, la stessa concorrenza che qualsiasi altro uomo deve affrontare.

La attuale apparente predominanza del genere femminile sul genere maschile non sta altro che distruggendo la civiltà occidentale tanto che nello zoo a fare i fenomeni da baraccone ci potranno andare sia gli uomini che le donne occidentali,questo a significare che l’arroganza femminile non porterà altro che a quello, come si sta vedendo. La caduta dei valori, il disimpegno, la irresponsabilità, non sono altro che il risultato di generazioni di donne “scatenate” (=senza catene),lasciate a soddisfare il proprio desiderio di autoaffermazione.

La denatalità che si può registrare nella società occidentale è la conseguenza della “rivoluzione femminile” e questa rivoluzione non porterà che allo zoo di cui prima si scriveva, composto da esseri superevoluti ma vanesi e frigidi.

  Home | L'associazione | I principi | Collabora | La Mailig List | Il Forum | Contattaci ©2005 Uomini3000 - Marchio registrato - All right reserved