Articoli

Approfondimenti

Home   Argomenti principali   Scompaginiamo le carte  

Luna di fiele

 
           A commento di una ricerca scientificamente ineccepibile, Lina Sotis scrive che ...
FA MALE PRENDERSI CURA DEL MARITO
"...La notizia è vecchiotta ma attualissima, visto che riguarda molte di noi. Eccola: le donne divorziate o mai sposate invecchiano meglio e si ammalano meno di quelle sposate. Come dire, sole è meglio.
Prendersi cura dei mariti logora, stanca, affatica, rende nervosi e non fa bene alla salute. Mentre pensare a se stesse curare i propri affetti, figli, nipotini o i propri interessi per quelle che hanno snobbato la famiglia o la famiglia ha snobbato loro rende più vitali, in tutti i casi più sane ..."
_____________________________

Diamo finalmente ascolto ai nostri critici e riconosciamolo: affermazioni come quelle non vanno prese sul serio, vanno lette come un momento di quell'eterna schermaglia che i Due combattono dalla notte dei tempi. Carezze urticanti.
O, se proprio vogliamo esagerare, un affondo un po' più pesante degli altri tra le reciproche sciabolate che si scambiano da sempre. Niente di più. Anche perché qui non c'è il classico riferimento al maschio come al Male, qui si adopera l'altro filo della lama:  lo si colpevolizza e denigra quel tantino che basta ricordandogli solamente quanto sia zavorrante la sua presenza, quanto costi l'averlo vicino, a quanto e a cosa bisogna rinunciare per lui.

Se ne vanno opportunità, soddisfazioni, salute e anni di vita.

Se vi par poco.

Poi uno si ricorda che, in quella giornata memorabile, in mezzo alla navata tra le note di Strauss, lei non gli aveva sussurrato:
"Lo sai, amore, che mi aspetta una vita di rinunce a causa tua?"
"Lo sai, tesoro, che quando non sei ingombrante sei inutile?"
"Lo sai, gioia, che senza di te vivrei meglio e più a lungo?"

Un giorno indimenticabile.

Ma allora quel motivato rancore, quel giusto risentimento quando sono nati?

Dev'essere accaduto in quelle settimane che passammo inebriati, da tossici in overdose, quelle che ci ostiniamo a chiamare

luna di miele.

 
________________

R. B.  - Maggio 2005
________________________________________________________________
- Abstract dall'inserto del "Corriere della Sera" - "Magazine" - 27/2/05 - "Luna di fiele"  è il titolo di una commedia di  P. Bruckner - Articolo di riferimento - "Corriere online", 11/1/05 - Già su: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze...ercadonne.shtml
Le donne senza marito invecchiano meglio
E' il risultato di una ricerca australiana: le signorine anziane, divorziate o mai sposate, godono di salute migliore
Sydney - Dura la vita di coppia per le donne. Il marito le fa invecchiare prima e con salute più cagionevole. E' quanto emerge da una ricerca dell'Università del Queensland, in Australia, su un campione di 2300 persone sopra i 60 anni. Ebbene, risulta che lo stato di salute delle donne anziane divorziate, vedove o mai sposate è migliore rispetto a quelle sposate. Gli uomini invece, a livello di salute, non sembrano essere influenzati dallo stato coniugale. Un esito che mette in dubbio la convinzione corrente secondo cui le persone sposate, nell'insieme, godono di una migliore salute fisica e mentale. Lo studio, dal titolo "Scioglimento del matrimonio e salute fra gli anziani: ruolo delle risorse sociali ed economiche" e sarà pubblicato sul prossimo numero della rivista "Just Policy".

 

 

  Home | L'associazione | I principi | Collabora | La Mailig List | Il Forum | Contattaci ©2005 Uomini3000 - Marchio registrato - All right reserved