Approfondimenti

Home   La realtà   Archivio forum biennio 2004-2005   Archivio 23   alle donne piace più l uomo?  

alle donne piace più l uomo?



Uomini 3000

Discussione: alle donne piace più l uomo? Cominciata da bruno 62
Parte 1 di 1   

bruno 62 28/9/2005, 22:45

:o: dai discorsi che sento dire in giro dalle donne mi sembra che l uomo a parte la sua funzione di riproduzione sessuale non interessi piu molto.cosa ne pensate in merito.grazie :------:
WlaClioNokia 29/9/2005, 01:25

Bruno,
finchè l'uomo si può sfruttare spennandolo come un pollo grazie all'attrazione che le donne esercitano su di lui, allora piace.
Basta che sia *ricco*, *posizionato* e "generoso"ed allora può avere tutte le donne che vuole.
Se non ha tali requisiti, allora è un lurido "sfigato" da trattare come bestia immonda.
Ma se è una comoda macchinetta da capricci e bella vita senza costo e con soli guadagni, allora è un uomo "fantastico", "veramente interessante" e cose simili.
In compenso fanno le moraliste contro le prostitute.
O, peggio, dicono che tale lampante evidenza da me illustrata e verificabile anche ad occhi chiusi è "il solito pregiudizio maschilista". :alienff: :angry:
DOCTOR ROSSI 46 29/9/2005, 11:33

sottoscrivo.....quasi quasi rinuncio al sesso
heartandmind 30/9/2005, 15:52

------------ QUOTE ---------- sottoscrivo.....quasi quasi rinuncio al sesso -----------------------------
castità... dicono che sia dispensatrice di grandi ed inimmaginabili soddisfazioni. ;)

Scherzi a parte, la considero comunque una scelta rispettabilissima ed assolutamente personale.
Antony2 30/9/2005, 19:16

Ho visto un documentario ieri sera, … beh a quanto pare la “vecchia” ex prostituta da cinema che si è fatta il miliardario Getty e farsi poi mantenere a vita non gli bastava ancora, … e qualche anno fa ha detto anche questo:

Gli uomini più eccitanti non sono quelli belli, giovani o ricchi, … sono quelli che hanno il potere.

Detto dalla ex concubina di Getty (sposata circa ufficialmente, non si è capito), e ripetuto da una Ex di Herry Kissinger un adone della bellezza (http://nobelprize.org/peace/laureates/1973/kissinger-bio.html ) beh, mi sembra chiaro che la meta finale della donna sia solo questo: Fare i soldi sulla fatica degli altri.

La cosa è semplice: se non sei nessuno una donna non la tieni, … ad ogni modo paghi comunque il conto anche se non hai una lira.

Se sei un ricco o un potente, rimpiangi di non essere stato un pezzente, … non c’è nulla di peggio che vedere i propri soldi uscire dal proprio conto corrente, per mantenere una donna, ... e il suo nuovo spasimante, tutti e due ... A SPESE TUE :D .

*STRIDER* 1/10/2005, 00:08

------------ QUOTE ---------- ... A SPESE TUE :D . -----------------------------

E se toccasse a te? Rideresti lo stesso?

Modificato da *STRIDER* - 1/10/2005, 01:09
animus 1/10/2005, 08:36

------------ QUOTE ---------- Gli uomini più eccitanti non sono quelli belli, giovani o ricchi, … sono quelli che hanno il potere. -----------------------------
Questo noi tremilisti lo sappiamo da sempre.....qual'e' la novita'?
Cmq anche quelli che sono solo ricchi non vengono disdegnati.
Poi le donne che dicono di preferire gli uomini belli agli altri, a me fanno solo 'sorridere'. -_-

E comunque io non le condanno per questo, hanno ragione, il problema sta' solo nel fatto che gli uomini credano che non sia cosi', e le donne affermino che non e' vero, mentre questa regola segue quella naturale del 'maschio dominante', e la natura.......non si cambia.


Maurizio@ 1/10/2005, 10:31

------------ QUOTE ---------- Scherzi a parte, la considero comunque una scelta rispettabilissima ed assolutamente personale. -----------------------------
Sostanzialmente sono d'accordo con te.
Il problema, però, è che soprattutto per gli uomini, la castità non è sinonimo di felicità.
Numerosi studi dimostrano che la formula della felicità è fare sesso.
Anche da un recente studio condotto da David Blanchflower del Dartmouth College e Andrew Oswald, dell'Università di Warwick, e pubblicato sullo Scandinavian Journal of Economics, emerge ciò.
L'indagine ha coinvolto oltre 16.000 persone, a cui è stato chiesto di rispondere a un questionario sul loro grado di felicità e appagamento.
Dai risultati si scopre che gli ultraquarantenni non se la passano bene.
Un americano medio, in questa fascia d'età, fa sesso solo 2 o 3 volte al mese, mentre il 40% delle donne e il 20 degli uomini sostiene di non averlo mai fatto in un anno. Meglio quelli sotto i 40 anni che vi si dedicano almeno una volta alla settimana. Leader incontrastati della felicità sessuale sono le coppie sposate (*) che lo fanno più dei single, dei divorziati e dei vedovi.
Sempre secondo questa ricerca, avere i soldi non aiuta.
Perché (dicono) se è vero che i soldi consentono di conquistare più partner (**), non hanno nessuna influenza sulla frequenza dei rapporti. Per non parlare di quelle persone (quasi tutte appartenenti al sesso maschile) che il sesso lo pagano, a cui spetta il primato dell'infelicità, eguagliato solo da coloro che lo praticano al di fuori del matrimonio.


***************************************

(*) Su questo punto sono d'accordissimo. Tra l'altro ritengo che questa sia un'ulteriore prova del fatto che in passato (cioè quando il matrimonio era una cosa seria) si faceva molto più sesso di oggi. Anche se poi in giro si racconta il contrario...
(**) Ovviamente anche in questo caso il discorso vale quasi esclusivamente per gli uomini.


Modificato da Maurizio@ - 1/10/2005, 12:05
DOCTOR ROSSI 46 1/10/2005, 14:47

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- Scherzi a parte, la considero comunque una scelta rispettabilissima ed assolutamente personale. -----------------------------
Sostanzialmente sono d'accordo con te.
Il problema, però, è che soprattutto per gli uomini, la castità non è sinonimo di felicità.
Numerosi studi dimostrano che la formula della felicità è fare sesso.
Anche da un recente studio condotto da David Blanchflower del Dartmouth College e Andrew Oswald, dell'Università di Warwick, e pubblicato sullo Scandinavian Journal of Economics, emerge ciò.
L'indagine ha coinvolto oltre 16.000 persone, a cui è stato chiesto di rispondere a un questionario sul loro grado di felicità e appagamento.
Dai risultati si scopre che gli ultraquarantenni non se la passano bene.
Un americano medio, in questa fascia d'età, fa sesso solo 2 o 3 volte al mese, mentre il 40% delle donne e il 20 degli uomini sostiene di non averlo mai fatto in un anno. Meglio quelli sotto i 40 anni che vi si dedicano almeno una volta alla settimana. Leader incontrastati della felicità sessuale sono le coppie sposate (*) che lo fanno più dei single, dei divorziati e dei vedovi.
Sempre secondo questa ricerca, avere i soldi non aiuta.
Perché (dicono) se è vero che i soldi consentono di conquistare più partner (**), non hanno nessuna influenza sulla frequenza dei rapporti. Per non parlare di quelle persone (quasi tutte appartenenti al sesso maschile) che il sesso lo pagano, a cui spetta il primato dell'infelicità, eguagliato solo da coloro che lo praticano al di fuori del matrimonio.


***************************************

(*) Su questo punto sono d'accordissimo. Tra l'altro ritengo che questa sia un'ulteriore prova del fatto che in passato (cioè quando il matrimonio era una cosa seria) si faceva molto più sesso di oggi. Anche se poi in giro si racconta il contrario...
(**) Ovviamente anche in questo caso il discorso vale quasi esclusivamente per gli uomini.
-----------------------------
io purtroppo sono dipendente dal sesso e non mi mancano neanche le donne con cui farlo.....solo che appena scoprono il mio carattere forte(leggi:non mi lascio comandare da loro) mi mollano......dicono che sono antico.....e questo nonostante sia ricco e pure bello.....non mi possono sfruttare e allora non vado bene....ma io il mio carattere non lo cambio
-Renato- 1/10/2005, 15:27

------------ QUOTE ---------- :o: dai discorsi che sento dire in giro dalle donne mi sembra che l uomo a parte la sua funzione di riproduzione sessuale non interessi piu molto.cosa ne pensate in merito.grazie :------: -----------------------------
è un bel concetto, di cui già ne abbiamo acennato nel .
Io dico che hai ragione.E' una verità triste ma è oggi è sempre più così: alla donna quanto interessa l'uomo come tale?

La liberazione della donna resa possibile dalla Società tecnologica e post industriale ha portato alla luce un aspetto della natura femminile finora nascosta dalle circostanze storiche e culturali.
..Le donne per loro natura hanno meno bisogno dell'uomo al loro fianco perchè il futuro della donna sono i figli.Il legame donna-figlio è un legame biologico.La madre che perde il figlio è distrutta perchè perde una parte della sua identità.
La donna vede nell'uomo il potenziale fecondatore da scegliere.Ma l'obiettivo finale è la maternità...L'uomo quindi per la donna è uno strumento. E' un aspetto sempre più chiaro e sempre più ribadito chiaramente .
Il femminismo, ossia la dottrina della "donna liberata" ,ha esaltato al massimo questo aspetto e lo ha usato nella lotta antimaschile."Non abbiamo bisogno di voi, siamo libere senza voi tra i piedi" Questo è il vero messaggio che viene dalle decine di migliaia di divorzi annuali.
Come dire, il femminismo(dottrina della donna liberata) ha azzerato qualsiasi rispetto per i sentimenti maschili ,per la loro presenza accanto a lei , ha cancellato dall'animo femminile quel poco di sentimento che c'era verso gli uomini e ha detto ad ogni donna : "fate degli uomini i vostri strumenti , altro non sono che fatti per soddisfare le vostre voglie ormonali e non".
Insomma ha fatto un ragionamento maschilista all'inverso.
Ma mentre negli uomini la misoginia della "donna oggetto" era ed è contrastata dal forte bisogno fisico e sentimentale della donna (natura maschile) per cui la stessa teoria misogina era e rimane circoscritta e non credibile più di tanto , nella donna questo contrappeso non c'è , anzi ,il femminismo ha assecondato ed amplificato all'ennesima potenza la tendenza naturale . Questa verità fa tremare l'anima di ogni uomo e prendere coscienza di questa cosa per un uomo è una semitragedia , tanto è triste.
Ma oggi è la verità e prima o poi bisogna prenderne atto.

heartandmind 1/10/2005, 19:59

------------ QUOTE ---------- io purtroppo sono dipendente dal sesso e non mi mancano neanche le donne con cui farlo.....solo che appena scoprono il mio carattere forte(leggi:non mi lascio comandare da loro) mi mollano......dicono che sono antico.....e questo nonostante sia ricco e pure bello.....non mi possono sfruttare e allora non vado bene....ma io il mio carattere non lo cambio -----------------------------
Praticamente un Adone! Considerati fortunato. Per la maggior parte dei maschi lo sei sicuramente se non ti mancano mai donne con cui farlo, sei bello e pure ricco.
Ma qualche amuleto te lo porti addosso? nel caso ne fossi sprovvisto eccone qui qualcuno.

(IMG: http://www.voguegioiello.net/01gio/0211/1400/5069img1.jpg)
COSMOS1 2/10/2005, 08:16

eh già heartandmind (certo che la presunzione non ti manca eh? cuore e cervello! se voi donne aveste un po' di cervello sareste meno presuntuose e le cose andrebbero meglio!)
comunque su Doctor Rossi hai ragione, ma è frequente trovare maschietti che si vantano di essere dei grandi conquistatori, dei gengis khan, e poi sono dei bluff. Ho un amico che afferma di dedicare il lunedì alle avventure. Poi quando gli telefona la moglie scatta sull'attenti: "si cara, certo cara, passo io al supermarket, etc etc".
Per avere un buon rapporto con una donna purtroppo non basta una buona maturità, un buon carattere, la capacità di lavorare, capire, comprendere, gentilezza, modi raffinati, soldi e quant'altro. Serve anche che lei metta in comune i pregiudizi tipici dell'epoca e sappia aprirsi al rapporto con l'uomo partendo dalla realtà, dall'esperienza base e non dalla cultura dominante.
Le hanno insegnato che MM e FF sono uguali. Se arrivasse alla conclusione che siamo diversi per convincimento culturale o politico o per discussione, saremmo al punto di prima: è dipendente da uno stereotipo eteroimposto.
La DD deve comprendere la diversità facendone esperienza diretta. E questo è molto difficile, perchè ci vuole pazienza, costanza, applicazione, umiltà. Rapporti brevi come quelli descritti dal dr.Rossi certo non offrono la possibilità di questa esperienza. Però siamo in un vicolo cieco: alternative non ne vedo proprio.
Maurizio@ 2/10/2005, 08:18

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- io purtroppo sono dipendente dal sesso e non mi mancano neanche le donne con cui farlo.....solo che appena scoprono il mio carattere forte(leggi:non mi lascio comandare da loro) mi mollano......dicono che sono antico.....e questo nonostante sia ricco e pure bello.....non mi possono sfruttare e allora non vado bene....ma io il mio carattere non lo cambio -----------------------------
Praticamente un Adone! Considerati fortunato. Per la maggior parte dei maschi lo sei sicuramente se non ti mancano mai donne con cui farlo, sei bello e pure ricco.
Ma qualche amuleto te lo porti addosso? nel caso ne fossi sprovvisto eccone qui qualcuno.

(IMG: http://www.voguegioiello.net/01gio/0211/1400/5069img1.jpg) -----------------------------
Non so se il DOCTOR ROSSI sia realmente bello e ricco (non è da escludere; al tempo stesso potrebbe essere una balla), però ti faccio notare che la tua infastidita risposta la dice lunga sulla psicologia femminile...
A rovescio, ovvero se fosse stata una donna a definirsi bella e ricca, non avresti proposto alcun amuleto: al massimo avresti provato invidia.
heartandmind 2/10/2005, 08:30

------------ QUOTE ---------- eh già heartandmind (certo che la presunzione non ti manca eh? cuore e cervello! se voi donne aveste un po' di cervello sareste meno presuntuose e le cose andrebbero meglio!)

comunque su Doctor Rossi hai ragione, ma è frequente trovare maschietti che si vantano di essere dei grandi conquistatori, dei gengis khan, e poi sono dei bluff. Ho un amico che afferma di dedicare il lunedì alle avventure. Poi quando gli telefona la moglie scatta sull'attenti: "si cara, certo cara, passo io al supermarket, etc etc".
Per avere un buon rapporto con una donna purtroppo non basta una buona maturità, un buon carattere, la capacità di lavorare, capire, comprendere, gentilezza, modi raffinati, soldi e quant'altro. Serve anche che lei metta in comune i pregiudizi tipici dell'epoca e sappia aprirsi al rapporto con l'uomo partendo dalla realtà, dall'esperienza base e non dalla cultura dominante.
Le hanno insegnato che MM e FF sono uguali. Se arrivasse alla conclusione che siamo diversi per convincimento culturale o politico o per discussione, saremmo al punto di prima: è dipendente da uno stereotipo eteroimposto.
La DD deve comprendere la diversità facendone esperienza diretta. E questo è molto difficile, perchè ci vuole pazienza, costanza, applicazione, umiltà. Rapporti brevi come quelli descritti dal dr.Rossi certo non offrono la possibilità di questa esperienza. Però siamo in un vicolo cieco: alternative non ne vedo proprio. -----------------------------
Sul tuo commento al mio nick il pregiudizio è tuo: presuntuosa e perchè? non ho forse un cuore e una mente? Quel che cerco di fare è di farli agire in modo sinergico ed equilibrato. Presunzione? tuo personale punto di vista. Non avere pregiudizi: non serve a niente e a nessuno. E comunque non so se hai letto una risposta che ti ho dato che può farmi conoscere meglio.Qui:
http://www./?t=4758960&st=60


heartandmind 2/10/2005, 08:36

------------ QUOTE ---------- Non so se il DOCTOR ROSSI sia realmente bello e ricco (non è da escludere; al tempo stesso potrebbe essere una balla), però ti faccio notare che la tua infastidita risposta la dice lunga sulla psicologia femminile...
A rovescio, ovvero se fosse stata una donna a definirsi bella e ricca, non avresti proposto alcun amuleto: al massimo avresti provato invidia. -----------------------------
Non ho messo in dubbio nemeno per un secondo che il DOCTOR ROSSI non sia quel che dice. Tendo a fidarmi per indole e perchè io non mento e non vedo perchè dovrebbero farlo altri. Qui poi? A che pro?
Spiace contraddirti: la mia risposta non era per nulla infastidita ma ironicamente compiaciuta, per lui, ovvio, e gli amuleti erano ilarità e da portarsi al fine di evitare invidie maschili che mi sembra spendano parecchio tempo a parlare delle loro conquiste e a rammaricarsi quando non ne fanno.

Fosse stata una donna? Stesso commento, variando solo la desinenza finale in alcune parole. :)
Invidia? credimi: non so nemmeno cosa sia. E me ne vanto spesso.

Modificato da heartandmind - 2/10/2005, 09:49
Maurizio@ 2/10/2005, 08:40

------------ QUOTE ---------- Invidia? credimi: non so nemmeno cosa sia. -----------------------------
Se è così allora sei una (giovane) donna più unica che rara.
animus 2/10/2005, 08:50

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- io purtroppo sono dipendente dal sesso e non mi mancano neanche le donne con cui farlo.....solo che appena scoprono il mio carattere forte(leggi:non mi lascio comandare da loro) mi mollano......dicono che sono antico.....e questo nonostante sia ricco e pure bello.....non mi possono sfruttare e allora non vado bene....ma io il mio carattere non lo cambio -----------------------------
Praticamente un Adone! Considerati fortunato. Per la maggior parte dei maschi lo sei sicuramente se non ti mancano mai donne con cui farlo, sei bello e pure ricco.
Ma qualche amuleto te lo porti addosso? nel caso ne fossi sprovvisto eccone qui qualcuno.

(IMG: http://www.voguegioiello.net/01gio/0211/1400/5069img1.jpg) -----------------------------
Non so se il DOCTOR ROSSI sia realmente bello e ricco (non è da escludere; al tempo stesso potrebbe essere una balla), però ti faccio notare che la tua infastidita risposta la dice lunga sulla psicologia femminile...
A rovescio, ovvero se fosse stata una donna a definirsi bella e ricca, non avresti proposto alcun amuleto: al massimo avresti provato invidia. -----------------------------
Io invece, l'ho trovato divertente, "l'amuleto". :D
Noto che heartandmind usa spesso esprimersi per immagini, a corredo di quanto viene scritto, cosa che nessuno di noi fa. :huh:

Maurizio@ 2/10/2005, 08:56

Ovvio, animus, lo stile maschile è diverso da quello femminile, nonché più "asciutto".
Che, tradotto, non significa né migliore né peggiore: semplicemente diverso.
Cmq, anche se potrebbe sembrare il contrario, pure a me piace heart; ella ha una capacità di ragionamento sicuramente superiore a quella di tante altre donnine che mi è capitato di conoscere personalmente o telematicamente.

(Credo che anche il "mio capo" condividerebbe).

Modificato da Maurizio@ - 2/10/2005, 10:01
COSMOS1 2/10/2005, 09:03

------------ QUOTE ----------
Sul tuo commento al mio nick il pregiudizio è tuo: presuntuosa e perchè? non ho forse un cuore e una mente? Quel che cerco di fare è di farli agire in modo sinergico ed equilibrato. Presunzione? tuo personale punto di vista. Non avere pregiudizi: non serve a niente e a nessuno. E comunque non so se hai letto una risposta che ti ho dato che può farmi conoscere meglio.Qui:
http://www./?t=4758960&st=60 -----------------------------
ehi HAM ^_^ mi spiacerebbe riportare qui tutta Questa metà della terra, il vangelo critto da Rino sulla QM :D
certo che chi scrive su questo un minimo di conoscenza del pensiero del suo fondatore dovrebbe averlo :angry:
il pensiero femminile non è un pensiero orientato alla verità ma alla convenienza. Quando noi MM ci accorgiamo di questa differenza le cose diventano molto più facili. Ogni affermazione FF non va presa per ciò che dice ma per ciò che vuole dire. Et voilà, tutto d'improvviso diviene chiaro come il sole :D
quando te ne accorgerai tu stessa, già avrai fatto un grande passo verso il risveglio :wub:
heartandmind 2/10/2005, 10:07

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ----------
Sul tuo commento al mio nick il pregiudizio è tuo: presuntuosa e perchè? non ho forse un cuore e una mente? Quel che cerco di fare è di farli agire in modo sinergico ed equilibrato. Presunzione? tuo personale punto di vista. Non avere pregiudizi: non serve a niente e a nessuno. E comunque non so se hai letto una risposta che ti ho dato che può farmi conoscere meglio.Qui:
http://www./?t=4758960&st=60 -----------------------------
ehi HAM ^_^ mi spiacerebbe riportare qui tutta Questa metà della terra, il vangelo critto da Rino sulla QM :D
certo che chi scrive su questo un minimo di conoscenza del pensiero del suo fondatore dovrebbe averlo :angry:
il pensiero femminile non è un pensiero orientato alla verità ma alla convenienza. Quando noi MM ci accorgiamo di questa differenza le cose diventano molto più facili. Ogni affermazione FF non va presa per ciò che dice ma per ciò che vuole dire. Et voilà, tutto d'improvviso diviene chiaro come il sole :D
quando te ne accorgerai tu stessa, già avrai fatto un grande passo verso il risveglio :wub: -----------------------------
Al momento sto leggendo (ed annotando mie osservazioni..che presuntuosa!) uno scritto di Rino che mi è stato segnalato da maurizio prima tramite il link e successivamente da animus che ha quotato parte di esso.
Più tranquillo COSMOS?
non sottovalutare mai l'interesse e la capacità critica delle donne riguardo alla conoscenza e al sapere ! :)
COSMOS1 2/10/2005, 13:50

------------ QUOTE ----------
non sottovalutare mai l'interesse e la capacità critica delle donne riguardo alla conoscenza e al sapere ! :) -----------------------------
:D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
non c'è che dire, oggi mi sto proprio divertendo
:D :D :D :D
heartandmind 2/10/2005, 15:26

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ----------
non sottovalutare mai l'interesse e la capacità critica delle donne riguardo alla conoscenza e al sapere !  :) -----------------------------
:D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
non c'è che dire, oggi mi sto proprio divertendo
:D :D :D :D -----------------------------
Quando si dice sapersi accontentare di poco!
Un privilegio; ne convengo :)


heartandmind 2/10/2005, 15:41

------------ QUOTE ---------- Ovvio, animus, lo stile maschile è diverso da quello femminile, nonché più "asciutto".
Che, tradotto, non significa né migliore né peggiore: semplicemente diverso.
Cmq, anche se potrebbe sembrare il contrario, pure a me piace heart; ella ha una capacità di ragionamento sicuramente superiore a quella di tante altre donnine che mi è capitato di conoscere personalmente o telematicamente.

(Credo che anche il "mio capo" condividerebbe). -----------------------------
Ma che bel complimenti! Lusingata! :-----:

Hai un "capo"? Forse la conosci già, se così non fosse .. leggi e sorridi.

LA LEGGE DEL CAPO
1. Il capo ha ragione.
2. Il capo ha sempre ragione.
3. Nell'improbabile ipotesi che un dipendente avesse ragione, entrerebbero immediatamente in vigore gli articoli 1 & 2. 4. Il capo non dorme, riposa.
5. Il capo non mangia, si nutre.
6. Il capo non beve, degusta.
7. Il capo non è mai in ritardo, è stato trattenuto.
8. Il capo non lascia mai il lavoro, è richiesta altrove la sua presenza.
9. Il capo non legge mai il giornale in ufficio, si tiene informato.
10. Il capo non familiarizza con la segretaria, la educa.
11. Chi entra nell'ufficio del capo con idee proprie, deve uscirne con quelle del capo.
12. Il capo pensa per tutti.
13. Più si pensa come il capo, più si fa carriera.

IL CAPO E' IL CAPO; ANCHE QUANDO ROMPE !!!

nota personale: chissà se vale anche per un capo donna!? ;)

Modificato da heartandmind - 2/10/2005, 16:42
*STRIDER* 2/10/2005, 18:09

Anche io ho un "capo", uomo però (no, non vale per un capo donna...).
lelen 2/10/2005, 20:48

------------ QUOTE ---------- Ho visto un documentario ieri sera, … beh a quanto pare la “vecchia” ex prostituta da cinema che si è fatta il miliardario Getty e farsi poi mantenere a vita non gli bastava ancora, … e qualche anno fa ha detto anche questo:

Gli uomini più eccitanti non sono quelli belli, giovani o ricchi, … sono quelli che hanno il potere.

Detto dalla ex concubina di Getty (sposata circa ufficialmente, non si è capito), e ripetuto da una Ex di Herry Kissinger un adone della bellezza (http://nobelprize.org/peace/laureates/1973/kissinger-bio.html ) beh, mi sembra chiaro che la meta finale della donna sia solo questo: Fare i soldi sulla fatica degli altri.

La cosa è semplice: se non sei nessuno una donna non la tieni, … ad ogni modo paghi comunque il conto anche se non hai una lira.

Se sei un ricco o un potente, rimpiangi di non essere stato un pezzente, … non c’è nulla di peggio che vedere i propri soldi uscire dal proprio conto corrente, per mantenere una donna, ... e il suo nuovo spasimante, tutti e due ... A SPESE TUE :D . -----------------------------
Ovviamente i registi sono tutti dichiarati femministi o come minimo persone stupide, irreteite dalle solite megere...
Maurizio@ 2/10/2005, 23:25

Scusa lelen, ma che commento sarebbe il tuo?
Maurizio@ 2/10/2005, 23:26

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ... A SPESE TUE :D . -----------------------------

E se toccasse a te? Rideresti lo stesso? -----------------------------
No, non riderebbe.
Questo è certo.
okkiblu79 3/10/2005, 04:32

------------ QUOTE ---------- dai discorsi che sento dire in giro dalle donne mi sembra che l uomo a parte la sua funzione di riproduzione sessuale non interessi piu molto.cosa ne pensate in merito.grazie -----------------------------

A me l'uomo interessa.
E' il mio primo pensiero quando mi sveglio e l'ultimo prima di addormentarmi.
Quando lo incontro lo osservo, ci parlo, mi confronto, tento di comprenderlo e di farmi comprendere. Mi piace cercare di guardare le cose dal suo punto di vista e se posso gli svelo il mio... egli è diverso da me, e per questo interessante.
L'uomo mi piace eccome. Per lui mi faccio bella e mi sento desiderata se mi guarda. Se non ci fosse mancherebbe metà della mia vita, delle emozioni (belle e brutte) sarei certo incompleta e insoddisfatta poichè nessun altro essere potrei amare al pari di lui.
lelen 3/10/2005, 19:18

Strider, sono in questo quasi dall'inizio. Discorsi se ne sono fatti tanti da allora e magari a volte do delle cose per scontate. Il fatto è che anch'io ho evidenziato spesso come i mass media condizionino subdolamente la vita di tutti, chi più e chi meno.
Per me alla base ci stanno uomini e donne (soprattutto uomini però) di potere. Qui si vuole negare una realtà politica squallidissima ossia che siamo tutti in mano a loschi individui senza scrupoli (multinazionali) che giocano con noi (massa) come fossimo burattini. Dunque la manipolazione delle menti esiste eccome, ma vedere dietro ogni film, pubblicità etc. solo la lunga mano femminsta (o meglio la sua degenerazione borghese) è come minimo riduttivo! Ecco il perché del mio commento.
In quanto agli uomini, certo che anche per me contano e come... Figli , amici, fratelli, padri, partner.
Il destino di donne e uomini resta idissolubilmente intrecciato ed è giusto che sia così anche se a volte significa tanta sofferenza.
Antony2 3/10/2005, 19:39

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ... A SPESE TUE :D . -----------------------------

E se toccasse a te? Rideresti lo stesso? -----------------------------
Rispondo dopo "anni luce".

A dire il vero quello che ho detto è precisamente quello che mi è successo, ... ho perso queste cose:

La casa che ho pagato, arredato io SOLO e ... vabbè, oltre tanto non c'entra, è sua perchè l'ho intestata a lei.

Ho perso il mio conto corrente bancario che ho intestato alla mia Ex, dove depositavo tutti i miei averi, per fortuna avevo un conto all'estero che mi serviva per delle operazioni (che culo), vabbè, ... senza questo forse tenterei di farmi pagare internet in "chiamata a carico del destinatario".

Non ho fatto un solo debito e non ne ho mai fatti.

Ho perso mio figlio (almeno fino a suoi futuri 12 anni, dopo mi odierà per quante ne avranno raccontate), inutile, ... le madri hanno sempre avuto ragione su tutto in questo campo (fatica sprecata), anche se avevano 40 siringhe infilate nel braccio davanti al Giudice, questo da torto all'uomo.

Ora mi dirai: Ma sei proprio un coglione !?!
Risponderei: Eh si !!! Capita anche questo.

PS: Mica sono un santo o pretendo qualcosa, ... ma noto con piacere che per le pari opportunità il Ministero in questo campo non lavora proprio , ...l'uomo si trova come la donna nel Medioevo.

Modificato da Antony2 - 3/10/2005, 20:42
Antony2 3/10/2005, 19:46

Dimenticavo, non chiedetemi perchè è finita.

C'è solo una ragione per quale si è presi di sorpresa, ... e si è stati incazzati (oggi non sono più arrabbiato) ... come dice STRIDER, ... rido, ... ho già pianto a suo tempo.

PS: meglio ridere oggi.

PS2: Dimenticavo ancora, c'è qualcuno che mi ha dato il benvenuto, ... ringrazio davvero. :rolleyes:

Modificato da Antony2 - 3/10/2005, 20:50
COSMOS1 3/10/2005, 19:51

------------ QUOTE ---------- ..l'uomo si trova come la donna nel Medioevo. -----------------------------
:o: in che senso? :o:
la donna nel medioevo era la dama, la damigella, la regina
i cavalieri dovevano farla passare per prima, combattevano per un suo sorriso, i poeti scrivevano solo per loro, erano all'apice della civiltà, erano loro risparmiate ogni bruttura, forzatura, crudeltà...
torcere un capello ad una donna era così politicamente scorretto che si rischiava di perdere il regno per una scortesia
ho l'impressione che oggi noi MM siamo trattati un po' peggio... :blink:
animus 3/10/2005, 20:03

------------ QUOTE ---------- Dimenticavo, non chiedetemi perchè è finita.

C'è solo una ragione per quale si è presi di sorpresa, ... e si è stati incazzati (oggi non sono più arrabbiato) ... come dice STRIDER, ... rido, ... ho già pianto a suo tempo.

PS: meglio ridere oggi.

-----------------------------
Bene, solo quando si e' consapevoli e si accetta di essere stati 'sconfitti', si puo' iniziare una nuova 'partita'.

Benvenuto ancora....Antony.
COSMOS1 3/10/2005, 20:09

------------ QUOTE ---------- Bene, solo quando si e' consapevoli e si accetta di essere stati 'sconfitti', si puo' iniziare una nuova 'partita'.

Benvenuto ancora....Antony. -----------------------------
è vero
l'accettazione della sconfitta, saper di aver perso e che non ci sarà un'altra possibilità
sapere di aver perduto
da una grande forza
è molto bella la vita quando non hai più nulla da perdere
sei di nuovo libero di fronte al tempo, al destino, a Dio
sei fortissimo e hai davanti un sacco di opportunità
sarai ciò che sarai perchè tu avrai deciso di esserlo e non per salvare una partita dove ti sei trovato tuo malgrado
l'alba dell'essere umano appare dopo la notte della sconfitta
Antony2 3/10/2005, 20:10

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ..l'uomo si trova come la donna nel Medioevo. -----------------------------
:o: in che senso? :o:
la donna nel medioevo era la dama, la damigella, la regina
i cavalieri dovevano farla passare per prima, combattevano per un suo sorriso, i poeti scrivevano solo per loro, erano all'apice della civiltà, erano loro risparmiate ogni bruttura, forzatura, crudeltà...
torcere un capello ad una donna era così politicamente scorretto che si rischiava di perdere il regno per una scortesia
ho l'impressione che oggi noi MM siamo trattati un po' peggio... :blink: -----------------------------
Ciao COSMOS1, hai ragione, dovevo precisare.

Le donne quando pensano a loro “specie” nel Medioevo, provano una sorta di rancore nei nostri confronti per quanto (quelli della nostra specie) gli hanno fatto passare; si sentono impotenti davanti alla presunta forza e prepotenza esercitata in quel tempo dall'uomo nei loro confronti.

Ma giustamente come dici, ... anche in quel tempo l'uomo si è prostrato come schiavo (anche se di rango Reale) davanti alle loro gonnelle.

Il solito scherzo delle donne, … FARE LE VITTIME AD OLTRANZA.

animus 3/10/2005, 20:14

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- Bene, solo quando si e' consapevoli e si accetta di essere stati 'sconfitti', si puo' iniziare una nuova 'partita'.

Benvenuto ancora....Antony. -----------------------------
è vero
l'accettazione della sconfitta, saper di aver perso e che non ci sarà un'altra possibilità
sapere di aver perduto
da una grande forza
è molto bella la vita quando non hai più nulla da perdere
sei di nuovo libero di fronte al tempo, al destino, a Dio
sei fortissimo e hai davanti un sacco di opportunità
sarai ciò che sarai perchè tu avrai deciso di esserlo e non per salvare una partita dove ti sei trovato tuo malgrado
l'alba dell'essere umano appare dopo la notte della sconfitta -----------------------------
Io non lo dico bene come fai te, ma il concetto era lo stesso, sono portato per mia natura ed essere molto piu' sintetico e decisamente piu' diretto.... ;)
Antony2 3/10/2005, 20:18

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- Dimenticavo, non chiedetemi perchè è finita.

C'è solo una ragione per quale si è presi di sorpresa, ... e si è stati incazzati (oggi non sono più arrabbiato) ... come dice STRIDER, ...  rido, ... ho già pianto a suo tempo.

PS: meglio ridere oggi.

-----------------------------
Bene, solo quando si e' consapevoli e si accetta di essere stati 'sconfitti', si puo' iniziare una nuova 'partita'.

Benvenuto ancora....Antony. -----------------------------
Eri tu ? Grazie del Benvenuto.

Posso dirti una cosa ? Visto il tempo la dico uguale.

Sconfitto di cosa !?! :unsure:

La sconfitta presuppone una perdita, … non credo proprio di averci perso molto, oltre al fatto economico e del figlio.

Vista da un altro angolo ho guadagnato invece qualcosa: "Non avere una puttana vicino a me per il resto della vita, che mi racconta palle fino alla fine dei miei giorni:

Per carità, oggi ho capito che l’onestà, la fedeltà, il matrimonio, la famiglia ... sono solo parole degne di coloro che credono ancora alla prossima “Finanziaria Italiana”. In fondo, ... non solo l'amore viaggia su quei binari.

COSMOS1 3/10/2005, 20:26

io commentavo l'affermazione di Animus
è da anni che rifletto sul fatto che il carattere MM si forgia nella sconfitta (non quello FF) e ne parlai anche all'incontro di MMSS dell'anno scorso con Ferliga, scoprendo che, qualcuno, lo considera l'acqua calda
che ci volete fare, ci sono arrivato da solo è per me è una scoperta! ;)
Maurizio@ 4/10/2005, 05:13

------------ QUOTE ---------- è vero
l'accettazione della sconfitta, saper di aver perso e che non ci sarà un'altra possibilità
sapere di aver perduto
da una grande forza
è molto bella la vita quando non hai più nulla da perdere
sei di nuovo libero di fronte al tempo, al destino, a Dio
sei fortissimo e hai davanti un sacco di opportunità
sarai ciò che sarai perchè tu avrai deciso di esserlo e non per salvare una partita dove ti sei trovato tuo malgrado
l'alba dell'essere umano appare dopo la notte della sconfitta -----------------------------
"La felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel sollevarsi sempre dopo la caduta"

Confucio

heartandmind 4/10/2005, 14:03

------------ QUOTE ---------- ["La felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel sollevarsi sempre dopo la caduta"

Confucio
-----------------------------
[9]Meglio essere in due che uno solo, perché due hanno un miglior compenso nella fatica. [10]Infatti, se vengono a cadere, l'uno rialza l'altro. Guai invece a chi è solo: se cade, non ha nessuno che lo rialzi.

Ecclesiaste - prima parte. Capitolo 4

Maurizio@ 5/10/2005, 05:30

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ["La felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel sollevarsi sempre dopo la caduta"

Confucio
-----------------------------
[9]Meglio essere in due che uno solo, perché due hanno un miglior compenso nella fatica. [10]Infatti, se vengono a cadere, l'uno rialza l'altro. Guai invece a chi è solo: se cade, non ha nessuno che lo rialzi.

Ecclesiaste - prima parte. Capitolo 4
-----------------------------
...Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino: di cos'altro necessita un uomo per essere felice...


Albert Einstein

heartandmind 5/10/2005, 06:14

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ["La felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel sollevarsi sempre dopo la caduta"

Confucio
-----------------------------
[9]Meglio essere in due che uno solo, perché due hanno un miglior compenso nella fatica. [10]Infatti, se vengono a cadere, l'uno rialza l'altro. Guai invece a chi è solo: se cade, non ha nessuno che lo rialzi.

Ecclesiaste - prima parte. Capitolo 4
-----------------------------
...Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino: di cos'altro necessita un uomo per essere felice...


Albert Einstein
-----------------------------
Che la Bibbia da me citata sia più autorevole di Einstein? (tanto per non smentire che le donne vogliono avere sempre ragione) ;) Ma se fosse come dice lui: che vi dannate a fare?
Certo che lui era un genio, aveva altro cui pensare e molto probabilmente a domanda:
ma lei che ne pensa del genere femminile? avrebbe risposto così:

(IMG: http://www.cheesedip.com/einstein-tongue.jpg)

p.s. molto carina l’affermazione che hai citato: non la conoscevo.
Ma tu l’hai mi sperimentata? :)

Modificato da heartandmind - 5/10/2005, 07:16
Maurizio@ 5/10/2005, 06:28

Heart, te ne cito un'altra di Einstein (passatami tempo fa dal "capo"), che certamente non ti piacerà, cioè questa:
"Quando si tratta di voi donne il centro produttivo non è situato nel cervello"

Albert Einstein



PS:
Erano proprio altri tempi...
tyrtix 5/10/2005, 11:46

Propongo di aprire un topic simpatico sulle citazioni! ^_^
Antony2 5/10/2005, 15:11

Sempre sul tema: alle donne piace più l uomo?

La mia ex mi disse un giorno (ebbe modo di ripeterlo più volte).

“Perché non fai tutto quello che ti dico !?! “

In verità la frase esatta fu questa, ripetuta per quasi un anno prima della fine: “Perché le altre trovano dei cagnolini e tu invece non fai tutto quello che ti dico. “ (era talmente sincera che sembrava tenera la cosa)

Il fatto è che se raccontassi in giro quest'ultima affermazione della mia ex moglie, nessuno mi crederebbe, peccato, … la verità sorpassa di gran lunga la fantasia.

PS: I matrimonio è senza alcun dubbio ... la tomba dell'amore :rolleyes:

heartandmind 5/10/2005, 15:22

------------ QUOTE ---------- Heart, te ne cito un'altra di Einstein (passatami tempo fa dal "capo"), che certamente non ti piacerà, cioè questa:
"Quando si tratta di voi donne il centro produttivo non è situato nel cervello"

Albert Einstein



PS:
Erano proprio altri tempi... -----------------------------
Non è che sotto la citazione del grande fisico hai trovato anche questo suo disegno? ;)

(IMG: http://digilander.libero.it/danyelah/jpg/cervello-maschile.jpg)

Si sta scherzando.. e per par conditio ti posto anche il disegno di quello femminile.
(la parte produttiva femminile, in senso etimologico, non ritengo di doverla postare.. :) )

(IMG: http://www.sogno55.com/files/sogno55/hirn1.jpg)
Antony2 5/10/2005, 15:53

heartandmind ... SEI UN MITO :woot: :rolleyes: :CLAPPING-:
-Renato- 5/10/2005, 18:23

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ..l'uomo si trova come la donna nel Medioevo. -----------------------------
:o: in che senso? :o:
la donna nel medioevo era la dama, la damigella, la regina
i cavalieri dovevano farla passare per prima, combattevano per un suo sorriso, i poeti scrivevano solo per loro, erano all'apice della civiltà, erano loro risparmiate ogni bruttura, forzatura, crudeltà...
torcere un capello ad una donna era così politicamente scorretto che si rischiava di perdere il regno per una scortesia
ho l'impressione che oggi noi MM siamo trattati un po' peggio... :blink: -----------------------------
Ciao COSMOS1, hai ragione, dovevo precisare.

Le donne quando pensano a loro “specie” nel Medioevo, provano una sorta di rancore nei nostri confronti per quanto (quelli della nostra specie) gli hanno fatto passare; si sentono impotenti davanti alla presunta forza e prepotenza esercitata in quel tempo dall'uomo nei loro confronti.

Ma giustamente come dici, ... anche in quel tempo l'uomo si è prostrato come schiavo (anche se di rango Reale) davanti alle loro gonnelle.

Il solito scherzo delle donne, … FARE LE VITTIME AD OLTRANZA. -----------------------------
Una delle più grandi e becere menzogne del femminismo è quella di descrivere il passato del genere femminile come un plurisecolare esistenza fatta di schiavitù e stupri da parte del Genere maschile..Questa becera menzogna femminista che è il nucleo fondamentale della GNR (grande Narrazione Femminista) c'è la raccontano da 40 anni ed è basata essenzialmente sul fatto che si vuole vedere il passato con gli occhi del presente che nulla ha che fare con le situazoni storiche dai 100 anni fain giù.
Chi maltratta le donne c'è sempre stato e sempre ci sarà.Insinuare che il genere femminile sia stato sempre in condizione di schiavitù è di una cattiveria e menzogna immonda.

------------ QUOTE ---------- Ma giustamente come dici, ... anche in quel tempo l'uomo si è prostrato come schiavo (anche se di rango Reale) davanti alle loro gonnelle. -----------------------------

Nel medioevo fino a 50 anni fa la Cavalleria maschile era possibile perchè innanzitutto non esisteva il femminismo.E poi perchè tra uomini edonne c'èera un equilibrio ed una interdipendenza necessaria alla soppravvienza.Le donne avevano bisogno degli uomini per vivere(matrimonio emantenimento) gli uomini avevano bisogno delle donne per vivere anchessi (sesso e convivenza).Ora quei bisogni erano accettati ericonosciuti da entrambi.Per cui la Cavalleria maschile non era svalorizzata ma aveva un senso.
Non era una schiavitù antony, era una caratteristica naturale maschile ad essere gentile ed accomodante con le donne fisicamente più deboli e dipendenti dal genere maschile.
Oggi quell'equilibrio non c'è più.La donna è divenuta indipendente (ancora una volta grazie agli uomini) eil bisogno sessuale maschile non è più riconosciuto.
Oggi quella cavalleria è stato trasformato in un dileggio dello stesso genere maschile.Oggi si che il termine cavalleria sa di schiavitù, perchè oggi è stato talmente svalorizzato da divenire l'esatto contrario di quello che ra nel medioevo.Non più il più forte che si china verso il più debole, ma il più debole che si china verso il più forte.
Oggi è l'uomo che è divenuto dipendente esclusivo del genere femminile e paradossalmente questo è stato reso indipendente proprio dal Genere maschile.
Antony2 5/10/2005, 19:08

Renato, esiste oggi lo stupro da parte delle donne sui subordinati dipendenti.

Sebbene ci siano stati casi negli USA, nessuno si è mai preoccupato di togliere in questo caso la forza fisica da quella del potere.

In sintesi finisce sempre così: Non si può credere che un uomo sia vittima di abusi sessuali, … perché dovrebbe essere capace di difendersi.

Nessuno si è mai preoccupato del lato psicologico della cosa.

Se tu lavori, e il tuo stipendio e il tuo futuro è tenuto tra le mani di una donna … cosa puoi fare per impedirle di ricattarti sessualmente.

Immaginiamo che è una donna Cannone che pretende il rapporto, … quale speranza ha un uomo per denunciarla senza farsi ridere dietro da tutti ?

PS: E forse esiste qualcuno che dice ancora che il mondo è controllato dagli uomini !?!

Modificato da Antony2 - 5/10/2005, 20:09
COSMOS1 7/10/2005, 19:03

------------ QUOTE ---------- ------------ QUOTE ---------- ["La felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel sollevarsi sempre dopo la caduta"

Confucio
-----------------------------
[9]Meglio essere in due che uno solo, perché due hanno un miglior compenso nella fatica. [10]Infatti, se vengono a cadere, l'uno rialza l'altro. Guai invece a chi è solo: se cade, non ha nessuno che lo rialzi.

Ecclesiaste - prima parte. Capitolo 4
-----------------------------
eh già :------:
per questo è triste che "il matrimonio sia la tomba dell'amore"
noi (UU) siamo i primi a volere storie che durano. Il matrimonio monogamico è nato con il patriarcato. Nelle società precedenti le relazioni resistevano tanto quanto conveniva ad ambedue.
bruno 62 7/10/2005, 20:01

mi domando ma come fa la donna ad amare gli uomini ,quando è tutta presa nella carriera e nella cura dei figli .poi c è la palestra ,lo shopping ,il ballo e i vari hobby che una coltiva.poi sento dire in televisione ,specie da costanzo in televisione che è tutta colpa dell uomo.colpa dell uomo che non sa piu corteggiare.colpa dell uomo che non si responsabilizza.responsabilizza in che senso mi domando io?che deve saper far tutto in casa ,è questo che costanzo e il suo fido psicologo morelli alludono? io penso che questi due farebbero meglio a lavorare dove lavoro io a contatto con la pece cancerogena.altro che sputare sentenze da filo femministi.per me questi due sono la vergogna del genere maschile.tutti come questi due e il genere maschile farebbe una brutta fine. :ph34r: :angry: :angry: :ph34r:
Reduan 7/10/2005, 22:00

------------ QUOTE ---------- [9]Meglio essere in due che uno solo, perché due hanno un miglior compenso nella fatica. [10]Infatti, se vengono a cadere, l'uno rialza l'altro. Guai invece a chi è solo: se cade, non ha nessuno che lo rialzi.

Ecclesiaste - prima parte. Capitolo 4
[/QUOTE]
-----------------------------
Leggendo queste cose mi rendo conto ancora meglio di quanto siano cambiati i tempi; mi sa che oggi molto spesso l'uomo cade proprio perchè non è solo...ed essendo lei la causa della caduta, figurarsi se lo aiuterà a rialzarsi...
-Renato- 8/10/2005, 09:17


Antony:



------------ QUOTE ---------- Se tu lavori, e il tuo stipendio e il tuo futuro è tenuto tra le mani di una donna … cosa puoi fare per impedirle di ricattarti sessualmente.

Immaginiamo che è una donna Cannone che pretende il rapporto, … quale speranza ha un uomo per denunciarla senza farsi ridere dietro da tutti ? -----------------------------

Parliamo di rapporto , ma più frequentemente parlerei di molestia femminile sul lavoro.Battutine taglienti, toccate e girare con vestiti scollati.
E le denunce di molestie femminili, che hanno in primis la parola come arma, non se ne vedono.E quando accadono sono accolti da sorrisi e altrettante battute.Insomma non vengono presi sul serio(dagli stessi maschi), quindi è come se non esistessero.Ma esistono eccome.Il punto è che nessuno osa parlare della violenza femminile perchè fino aquando resisterà il dogma dell'innocenza femminile tuttoil male femminile non sarà preso per quello che esso veramente è.

bruno 62 9/10/2005, 20:05

vorrei da tutti voi un commento a quello scritto sopra.grazie bruno ;)
lelen 9/10/2005, 23:37

Quale scritto esattamente? Ti riferisci a quest'ultimo post di Renato?
bruno 62 10/10/2005, 13:39

no a quello mio. :D
heartandmind* 10/10/2005, 17:13

------------ QUOTE ---------- mi domando ma come fa la donna ad amare gli uomini ,quando è tutta presa nella carriera e nella cura dei figli .poi c è la palestra ,lo shopping ,il ballo e i vari hobby che una coltiva.poi sento dire in televisione ,specie da costanzo in televisione che è tutta colpa dell uomo.colpa dell uomo che non sa piu corteggiare.colpa dell uomo che non si responsabilizza.responsabilizza in che senso mi domando io?che deve saper far tutto in casa ,è questo che costanzo e il suo fido psicologo morelli alludono? io penso che questi due farebbero meglio a lavorare dove lavoro io a contatto con la pece cancerogena.altro che sputare sentenze da filo femministi.per me questi due sono la vergogna del genere maschile.tutti come questi due e il genere maschile farebbe una brutta fine. :ph34r:  :angry:  :angry:  :ph34r: -----------------------------
Intanto un consiglio: evita per quanto ti è più possibile di vedere programmi del tipo in cui operano i due che hai citato; fanno male allo spirito, non servono a nulla, neppure a divertire. ma questo è mio personale parere. E' che sono stanca di programmi contenitori di ballerine, balletti, giochi, ospiti intervallati da discorsi pseudo acculturati che non aggiungono nulla al nostro sapere e che per di più hanno la pretesa di consigliare giudicare comportamenti e situazioni, come nel caso da te menzionato. Vergogna del genere maschile..? non so, sinceramente non mi spingerei a tanto anche perchè nel caso e per i motivi che hai addotto a meritare tale appellativo sarebbero in buona e numerosa compagnia. ;)

Quanto alla tua domanda mi trovi d'accordo e l'ho già scritto da qualche parte: troppo correre, troppo poco tempo per parlare, confrontarsi e per condividere i piaceri e le gioie della vita che possono essere infinite e la cui condivisione, a mio parere, cementa il rapporto. Ritrovare il tempo per vivere, nel vero senso della parola, credo sarebbe desiderio di tanti, di avere tempi distesi, ma purtroppo ci siamo fatti prendere in un ingranaggio che sta diventando sempre più frenetico, un modus vivendi per lo più imposto, in modo sottile ma imposto, dove l'apparire prevale sull'essere, la quantità delle attività cui ci si dedica sulla qualità e dove ci si preoccupa del benessere e della forma del fisico più che di quello della mente e del cuore. A noi il reagire, il cercare di ritrovare equilbrio e misura compatibilmente con gli impegni di lavoro che non possiamo certo disattendere.

Modificato da heartandmind* - 10/10/2005, 18:25
okkiblu79 11/10/2005, 23:04

------------ QUOTE ---------- mi domando ma come fa la donna ad amare gli uomini ,quando è tutta presa nella carriera e nella cura dei figli .poi c è la palestra ,lo shopping ,il ballo e i vari hobby che una coltiva.poi sento dire in televisione ,specie da costanzo in televisione che è tutta colpa dell uomo.colpa dell uomo che non sa piu corteggiare.colpa dell uomo che non si responsabilizza.responsabilizza in che senso mi domando io?che deve saper far tutto in casa ,è questo che costanzo e il suo fido psicologo morelli alludono? io penso che questi due farebbero meglio a lavorare dove lavoro io a contatto con la pece cancerogena.altro che sputare sentenze da filo femministi.per me questi due sono la vergogna del genere maschile.tutti come questi due e il genere maschile farebbe una brutta fine. -----------------------------

Se una donna ama l'uomo oltre a trovare il tempo per andare in palestra trova il tempo per stare con l'uomo che ama. Se invece fa tutto tranne che stare col suo uomo del suo uomo non gliene frega una mazza è solo un contorno alla sua vita, o il suo bancomat come direbbe qualcuno di voi (e in molti casi gli dò ragione).

Comunque Bruno, il consiglio di heart direi che è una perla da non sottovalutare. Non guardare certi programmi in TV, sono veramente di basso livello, noiosi, manco divertenti e portano via del tempo a delle attività più gratificanti per te.
Io guardo poca Tv, stò benissimo e ho molto tempo per me e le persone che amo e per fare quello che mi piace.
Zlatan Ibrahimovic n.9 12/10/2005, 16:17

morelli,morelli,morelli.....se disponessi di una bomba a mano gliela lancerei contro....a lui e a costanzo

Modificato da Zlatan Ibrahimovic n.9 - 12/10/2005, 17:17
Parte 1 di 1   

  Home | L'associazione | I principi | Collabora | La Mailig List | Il Forum | Contattaci ©2005 Uomini3000 - Marchio registrato - All right reserved